Pittore e scultore, Alfredo Luis Ramirez nasce in Venezuela nel 1957. Trascorre la sua infanzia a Mérida, cittadina vivace e colorata sulla Cordigliera delle Ande dove, all’età di 13 anni, decide di voler diventare artista.

A 21 anni vola in Italia per iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Brera dove frequenta il corso di pittura tenuto da Saverio Terruso. Terminati gli studi, trascorre tre anni a Venezia, frequentando l’Istituto Internazionale di Grafica e l’Accademia di Belle Arti allievo dell’ultimo degli informalisti, Emilio Vedova, e di uno dei più importanti designer italiani, Ennio Chiggio. Tornato in Venezuela, a soli 27 anni inizia ad insegnare disegno ed incisione presso l’Università de Los Andes e a realizzare sculture di grandi dimensioni, diventate opere monumentali per le principali piazze di Caracas.

Vince diverse premi, fra cui nel 1994 una borsa di studio per il prestigioso PS1 del MoMA di New York e nel 1997 il Gran Premio Biennale de Guayana alla sua quinta edizione. Le sue opere sono state esposte in diverse collezioni pubbliche fra cui l’Orange County Museum of Art e il Museum of Contemprary Art in California e, in Venezuela, il Museo de Arte Contemporaneo de Caracas e la Galería de Arte Nacional a Caracas.